Vittorio Lombardi: uno dei "favolosi anni 60&70" - da la Voce Del Municipio del 06/07/08 Stampa

Da "La Voce del Municipio" di Venerdi 6 Luglio 2008

Articolo di Carmen Minutoli

 Vittorio Lombardi: uno dei "favolosi anni 60&70"

Torna in scena la "voce" dell' Inno giallorosso "Campo Testaccio" edito nel 1982 dalla coppia formata da Sandro Ciotti e Giancarlo De Sisti.

Nato a Roma nel 1945  in zona Porta Pia, negli anni 60 Vittorio Lombardi si diletta con un gruppo di amici a riproporre pezzi di Elvis, Chuck Berry, J.L.Lewis. Emerge con i "Boom67" durante i favoloso anni del Piper, ritrovandosi quasi inconsapevolmente a dividere il palco, il camerino, e la musica con i Pink Floyd, i Procol Harum, Patty Pravo, Spencer Davis Group, Mal, Rocky Roberts. Giunse cosi la notorietà e oggi, a distanza di tempo, la band è menzionata nel recente libro "Piper Generation". Col gruppo calca la scena fino agli anni 70, poi Vittorio diviene solista, va in Norvegia, Inghilterra, Germania, Francia, Svizzera, fino agli Usa, a Los Angels, Beverly Hills, Santa Monica. Appare in TV, come nel programma musicale "Parata di Primavera" di Rai 1. Oggi si esibisce nei locali romani. domiciliato a Settebagli, è stato uno dei primi soci del Salaria Sport Village dove lo si può trovare spesso, anche a reinterpretare il suo repertorio musicale.

Con L' uscita del dvd per gli 80 anni della storia giallorossa della roma (raccolta di successi e curiosità. compreso l' inno "Campo Testaccio"), Vittorio ha un tuffo al cuore: "Mi è sembrato di tornare al 1982 quando il famoso sandro ciotti e Giancarlo De Sisti produssero il libro "La Roma Racconta" con due LP che raccoglievano interviste, bizzarrie e inni. Fra questi "Campo Testaccio" cantato dal sottoscritto e dal coro dei tifosi: un' incisione avvenuta "in diretta"; Ciotti registrava su musicassetta col registratore. Quando ho acquistato il dvd, ho riascoltato l' inno e riconosciuto la mia voce: diificile spiegare l' emozione".

La piacevole scoperta ha caricato 'il Vittorio' di nuova adrenalina: "sono gia al lavoro per riproporre su cd la nuova versione dell' inno romanista, dato che molti tifosi, pur cantandolo, non sanno la sua storia e di chi è quella voce".

 Clicca qui per scaricare l' articolo in PDF